Si parla di Live Gambling e social Media al Global iGaming Summit & Expo di San Francisco

party bwin logoL’argomento principale di cui si è parlato al Global iGaming Summit & Expo 2012 è stata l’interazione tra il gioco d’azzardo live e i Social Networks.

Il Summit si è tenuto a San Francisco e ha raccolto molti consensi tra il pubblico che quest’anno è raddoppiato forse grazie alla vicina legalizzazione dei casino online negli Stati Uniti. Da Novembre 2011 lo stato del Nevada ha reso legale il poker online, a routa uno dopo l’altro altri Stati Americani hanno seguito l’esempio dando vita a un business multibilionario. Nel frattempo si è aperta la possibilità di legalizzare i casino online, e pare che entro poco più di anno anche gli Stati Uniti cederanno regolamentando questo settore che sta spopolando nella rete.

Ma se fosse davvero così bisogna fare i conti con quello che sta succedendo in rete e che sta cambiando il modo di interazione degli utenti e con gli utenti.  Zynga Poker è stato il precursore e il migliore esempio di un una ottima collusione tra gioco d’azzardo con soldi reali e social networks. Questa opportunità di invadere i due campi ha interessato entrambi i settori, il gioco d’azzardo vuole invadere il territorio dei social networks e viceversa.

Casino Online & Social Gaming

Il “Social Gaming” è arrivato, sostiene Simon Burridge amministratore delegato di Virgin Games. Il futuro, sostiene sempre Burridge, sta nell’interazione tra gioco d’azzardo e il gioco social. Malcolm Graham, amministratore delegato di PKR sostiene che il gioco d’azzardo è arrivato un pò in ritardo e la sua azienda non ha colto in tempo le opportunità offerte dai social media ma che entro 12/18 mesi si entrerà ufficialmente in Facebook.

Brok Pierce, direttore di Clearsotne Global Gaming Fund, sostiene che entrare nel mondo dei social media significa raggiungere un largo pubblico di giocatori prevalentemente composto da chi giocherà solo ed esclusivamente gratis. Di questo largo numero solo una piccola percentuale invece diventerà un cliente profittevole e fedele per i casino online. Ma per quanto inferiori numericamente rispetto quelli effettivamente raggiunti la loro spesa sarà costante.

Il gioco d’azzardo online è ormai legale in buona parte d’Europa. L’esperienza europea fatta di regolatorie, leggi, tasse è stato un esempio di quanto complicate le cose possano diventare nel momento in cui le regolamentazioni statali si mettono di mezzo.
Bob Bossart, esparto di tasse per i giochi d’azzardo, sostiene che le cose non sono molto chiare in termini di tasssazione.
Per esempio se un utente californiano gioca utilizzando un’applicazione su cellulare mentre è in Arizona, le tasse dove vengono pagate? Il giocatore in questo caso non rispetta la legge?
Inoltre per acquistare una licenza per operare in un solo Paese pare sarà abbastanza costoso, in California per esempio si aggirerà attorno ai $30 milioni.

Ma pare che la spesa prometta alti numeri di giocatori e un mercato ancora tutto da scoprire fatto di giocatori di giochi da casino e non e appassionati frequentatori dei social networks. Questi sono tutti potenziali client che potrebbero convertire il gioco con soldi virtuali in gioco con soldi reali.

Quando si pensa ai giocatori Zynga risalta subito che la spesa mensile è di qualche dollaro, solo il 2 o il 3%  del totale dei giocatori effettivamente acquista items, la maggior parte gioca gratuitamente.

Questo è il motivo per cui Zynga ha espressamente parlato di un interesse nel trovare un partner per dare vita a un gioco d’azzardo con soldi reali.

Certamente entrare nel mondo d’azzardo è molto costoso ma è anche vero che i giocatori online spendono almeno $100 in un mese. Identificare la precisa intersezione tra i social games e il gioco d’azzardo è quindi diventato importante ed imprenscindibile. Il Bingo non attrae come può farlo il casino, ma, come dice Burridge, è un vero e proprio social game.

Ryan di Bwin.party ritiene che i casino online non saranno legalizzati negli USA prima del 2014 ma nel frattempo sarebbe il caso di rendere le regolamentazioni federali più chiare e soprattutto studiare e pianificare il futuro online dei casino on line che sembra fatto di giochi sociali, live e condivisioni.

© Copyright Reserved CasinoOnlineItalia.it 2004-2012